Fondi speciali

  •  Fondo Mario Baratta [geografo fisico e storico, 1868-1935] (sez. Geografia): annovera circa 5.500 monografie catalogate di geografia e numerosi appunti manoscritti e disegni cartografici appartenuti allo studioso.
  • Fondo Mario Bendiscioli  [storico, 1903-1998] (sez. Scienze storiche): circa  5.300 volumi catalogati di storia moderna e contemporanea e storia della Chiesa e 74 faldoni di carte.
  • Fondo Egon Corti [conte, ufficiale e storico della Lombardia asburgica, 1886-1953] (sez. Letteratura): circa 5000 volumi catalogati (di cui 404 rari, fra cui diverse cinquecentine e 7 incunaboli); raccolta su temi storici e letterari dell’area asburgica dei secoli XVII-XVIII.
  • Fondo Plinio Fraccaro [storico dell’antichità, già rettore dell’Università degli Studi di Pavia, 1883-1959] (sez. Storia antica): circa 12.000 volumi (di cui più di 1.000 antichi) di storia, geografia e cultura antica e storia di area padana; fra i volumi antichi, i rari di storia locale sono stati fatti oggetto di uno specifico progetto di digitalizzazione. Sul catalogo in linea dell’Università degli Studi di Pavia è possibile consultare la collezione digitale del fondo.
  • Fondo Silvano Gerevini [bibliotecario, già direttore della Biblioteca Universitaria di Pavia, e anglista, 1922-1993] (sez. Scienze storiche): oltre 500 volumi catalogati di storia moderna e contemporanea, già parte della biblioteca personale del donatore.
  • Fondo Piero Meriggi [orientalista, 1899-1982] (sez. Orientalistica): opuscoli ed estratti miscellanei sul vicino oriente antico.
  • Fondo Alfredo Passerini [storico dell’antichità, 1906-1951] (sez. Storia antica): circa 160 volumi catalogati di storia antica.
  • Fondo Italo Pietra [giornalista e scrittore, 1911-1991] (sez. Scienze storiche): circa 3.500 volumi catalogati di storia contemporanea e storia delle relazioni internazionali.
  • Manoscritti di Roberto Pracchi [docente di geografia] (sez. Geografia): non catalogati, annoverano una ricca raccolta di disegni cartografici, realizzati, in particolare, per il progettato Atlante storico d’Italia negli anni ’60 e ’70 del Novecento.
  • Fondo Alessandro Savini [storico locale, 1937-2005] (sez. Scienze storiche): circa  150 volumi catalogati di storia medievale, moderna e contemporanea e di storia della Lomellina.
  • Fondo Schick (sez. Letteratura): 87 volumi di linguistica.
  • Fondo Cesare Segre [filologo, semiologo e critico letterario, 1928-] (sez. Letteratura): circa 1.500 volumi, 1500 fascicoli di periodici e raccolte miscellanee di narrativa italiana e straniera contemporanea, di saggistica e di cultura varia.
  • Fondo Pietro Vaccari [storico del diritto, già sindaco e podestà di Pavia, 1880-1976] (sez. Scienze storiche): circa  600 volumi catalogati di storia medievale, moderna e contemporanea e di storia del diritto.

La Biblioteca F. Petrarca annovera, inoltre, alcune raccolte librarie, costituite da corpus di volumi raccolti da docenti e studiosi nel corso della propria attività e donati alla Biblioteca, che li ha collocati a seconda della disciplina di riferimento.

Fra queste, le più rilevanti sono: Raccolta Dante Isella [critico letterario e filologo italiano, 1922-2007] (sez. Letteratura): 29 volumi catalogati di narrativa, poesia, critica letteraria.; Manoscritti di Carlo Antonio Litta di Biumo [cartografo e geografo, 1786-1858] (sez. Geografia): non catalogati, annoverano il carteggio, manoscritti e carte geografiche dello studioso eponimo; Lascito di Enrica Malcovati [latinista, 1894-1990] (sez. Filologia classica): testi classici e relativa saggistica; Raccolta Renato Sorrentini [architetto, già responsabile dell’Ufficio tecnico dell’Università degli Studi di Pavia, 1939-2011] (sez. Arte): 110 volumi catalogati di storia dell’architettura e cataloghi di mostre; Raccolta Famiglia Ronchetti (sez. Orientalistica):  13 volumi e periodici di storia e archeologia dell’antica Mesopotamia.

 

Università di Pavia | Webmail | Rubrica Ateneo |

Calendari Ateneo | Intranet
Amministrazione trasparente | Privacy | Webmaster | Note legali