Altri cataloghi esterni all’Ateneo

I cataloghi qui indicati consentono di effettuare ricerche sul patrimonio delle biblioteche dislocate su tutto il territorio italiano e mondiale e possono essere particolarmente utili se utilizzati come strumenti complementari all’OPAC (Catalogo Unico Pavese). Nel caso in cui una risorsa in particolare non risultasse posseduta da nessuna delle biblioteche partecipanti all’Opac, oppure si volesse ampliare o approfondire una ricerca integrandola con risorse ulteriori, attraverso l’interrogazione di questi cataloghi è infatti possibile identificare la struttura in cui le risorse documentarie sono ubicate e poi, tramite la propria biblioteca di riferimento in Università, farne richiesta (servizio di prestito interbibliotecario).

Cataloghi nel mondo

Cataloghi italiani collettivi

Vai al catalogo dei periodici ACNP Catalogo Italiano dei Periodici
(a cura del CNR e dell’Università di Bologna)

Il catalogo ACNP contiene le descrizioni bibliografiche delle pubblicazioni periodiche (riviste, giornali, annuari etc..) possedute da biblioteche dislocate su tutto il territorio nazionale e copre tutti i settori disciplinari.

Vai al catalogo nazionale SBN Catalogo collettivo del Servizio Bibliotecario Nazionale
(a cura dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche del Ministero per i beni e le attività culturali)

Contiene le descrizioni e le localizzazioni di materiale librario e altre tipologie di documenti, catalogati secondo le rispettive specificità: materiale moderno (pubblicazioni monografiche, comprese registrazioni sonore e video, archivi elettronici etc., a partire dal 1831 e pubblicazioni periodiche senza limiti di data), materiale antico (pubblicazioni monografiche a stampa dal XV secolo fino al 1830), materiale scritto di interesse musicale (musica manoscritta, musica a stampa e libretti per musica), materiale grafico e materiale cartografico.

Vai al MAI - MetaOPAC Azalai italiano MAI – MetaOPAC Azalai italiano
(a cura dell’AIB-Associazione Italiana Biblioteche e del CILEA)

Il servizio è stato dismesso a partire dal 1 luglio 2015

Cataloghi nel mondo

Vai al KVK - Karlsruhe Virtual Catalog KVK – Karlsruhe Virtual Catalog

Il Karlsruher Virtueller Katalog (KVK) è un meta-OPAC che interroga un grande numero di cataloghi di biblioteche e librerie del mondo intero; esso è, di fatto il principale metacatalogo internazionale.

Vai a World Cat World Cat

WorldCat è un catalogo bibliografico che registra le collezioni delle 72.000 biblioteche (da oltre 170 nazioni) che partecipano alla cooperazione bibliotecaria Online Computer Library Center(OCLC). È costruita e mantenuta collettivamente dalle biblioteche partecipanti.Il catalogo fu creato nel 1971 e, a settembre 2012, contiene oltre 271 milioni di record bibliografici, che puntano a non meno di 1,83 miliardi di risorse (sia fisiche che digitali), in più di 470 lingue. È il più ampio database bibliografico internazionale. OCLC fornisce WorldCat liberamente alle biblioteche, ma il catalogo stesso è la base per altri servizi a pagamento (come la condivisione di risorse e la gestione della collezione).

Cataloghi speciali

Incunabula Short Title Catalogue

Contiene le registrazioni bibliografiche relative a oltre 30.000 edizioni prodotte dall’invenzione della stampa a caratteri mobili fino all’anno 1500. Le registrazioni bibliografiche includono anche i riferimenti ai maggiori repertori internazionali di incunaboli e alla localizzazione degli esemplari in circa 3000 biblioteche nel mondo, ivi comprese le biblioteche italiane. Di molti incunaboli e’ disponibile l’immagine scannerizzata di una o piu’ pagine significative.

edit16 Edit 16

Il Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo (EDIT16) ha lo scopo di documentare la produzione italiana a stampa del XVI secolo e di effettuare la ricognizione degli esemplari a livello nazionale.La base dati descrive edizioni stampate tra il 1501 e il 1600 in Italia, in qualsiasi lingua, e all’estero in lingua italiana.Contiene inoltre notizie di authority inerenti autori, titoli uniformi, editori e marche tipografiche consultabili autonomamente e l’archivio delle fonti bibliografiche connesse.

Al Censimento partecipano 1.545 biblioteche tra statali, di enti locali, ecclesiastiche e private, che in stretta collaborazione con l’ICCU, responsabile del progetto, contribuiscono in vario modo alla sua realizzazione.

 

 

Università di Pavia | Webmail | Rubrica Ateneo |

Calendari Ateneo | Intranet
Amministrazione trasparente | Privacy | Webmaster | Note legali