CUP – CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS

L’Ateneo ha aderito al contratto nazionale CRUI CARECambridge university press per il triennio 2020-2022.

Si tratta di un contratto della tipologia transformative agreements[1]e prevede che i corresponding authors affiliati all’Università di Pavia possano pubblicare i loro lavori in accesso aperto senza corrispondere la quota per la pubblicazione dell’articolo, perché già pagata dall’Ateneo in virtù dell’adesione al contratto.

Le riviste interessate da questa opzione sono tutte quelle in accesso aperto (riviste gold o full open access) e quelle “ibride”[2]. L’elenco dei titoli aggiornato al 2021 è consultabile a questa pagina.

Per alcune riviste sarà possibile scegliere tra o una più licenze Creative Commons; l’editore raccomanda di optare per la CC-BY[3].

Gli autori potranno comunque decidere di non pubblicare in open access.

Dopo l’accettazione da parte dell’editore dell’articolo proposto, il corresponding author riceverà una mail di conferma di approvazione, con un link alla pagina per completare la procedura di pubblicazione. La piattaforma per la gestione dell’opzione di pubblicazione è Rightslink CCC. L’autore che CUP associa a UniPV dovrebbe vedersi riconosciuta dal sistema una APC pari a GBP 0,00.

L’affiliazione sarà successivamente validata dal Servizio Gestione Risorse Documentarie dell’Ateneo, con le modalità indicate nella news del 18 maggio 2021.

L’accordo avrà valore anche retrospettivo, per gli articoli pubblicati a partire da gennaio 2020, come di seguito specificato nelle condizioni generali del contratto.

L’editore ha reso disponibile su youtube e vimeo la registrazione del webinar dedicato agli autori svoltosi il 17 giugno 2021.

Sul sito dedicato dall’editore a questo contratto è possibile scaricare una Guida per i corresponding authors e consultare la pagina Waivers and discounts

CONTRATTO CRUI – CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS 2020-2022

Condizioni generali:

  • Contratto trasformatitivo read & publish: il contratto comprende la sottoscrizione delle riviste CUP e la pubblicazione di un numero illimitato di articoli ad accesso aperto nelle riviste facenti parte della collezione Full Journal Package
  • L’anno 2020 non è considerato di gestione mista perché l’editore si è impegnato a recuperare manualmente, uno ad uno, tutti gli articoli pubblicati nei primi mesi dell’anno:
    1. gli autori che abbiano pubblicato in regime di open access pagando la relativa APC potranno ricevere il rimborso facendone richiesta all’editore all’indirizzo oaqueries@cambridge.org, fornendo i principali dati per l’identificazione del o degli articoli in questione. Il termine per presentare la richiesta è stato prorogato al 31 marzo 2021 e il rimborso è offerto solo per gli articoli che sono stati accettati per la pubblicazione nel 2020 (fare riferimento all’article acceptance date);
    2. gli autori che non hanno pubblicato in OA saranno contattati dall’editore che li informerà sulla possibilità di rendere accessibile l’articolo in OA. Qualora decidessero in tal senso dovranno sottoscrivere una nuova licenza senza dover versare il corrispettivo dell’APC, in virtù del periodo di validità del contratto, previa richiesta scritta all’indirizzo oaqueries@cambridge.org.
      La richiesta è valida se il modulo di cambio licenza è completato correttamente e inviato entro il 30 giugno 2021 (scadenza prorogata). Questa opzione è offerta solo per gli articoli che sono stati pubblicati online nel 2020 (fare riferimento all’online publication date).

Condizioni della parte publish:

  • L’editore non fa distinzioni tra riviste ibride e riviste gold open access
  • I voucher disponibili sono illimitati
  • La licenza predefinita sarà CC-BY[3]; sono comunque disponibili anche le licenze CC-BY-NC-ND e CC-BY-NC-SA
  • Il copyright sarà sempre dell’autore
  • La pubblicazione in open access si basa sulla scelta dell’autore, che può sempre decidere di pubblicare in modo tradizionale; l’editore informa CRUI della eventuale decisione di non pubblicare in accesso aperto
  • Le tipologie di pubblicazione contemplate dal contratto sono:
    • Research articles
    • Review articles
    • Rapid communications
    • Case reports (dal 2021)
    • Brief reports (dal 2021)
  • La gestione del flusso di pubblicazione avviene sulla piattaforma dedicata RightsLink e prevede:
    1. processo di validazione scientifica della pubblicazione da parte dei peer reviewers (nulla cambia in questo processo);
    2. processo di sottomissione del contributo e decisione del corresponding author se pubblicare o meno in open access;
    3. l’ateneo, attraverso un team di referenti individuato nel Servizio gestione risorse documentarie, mail cup@unipv.it, valida la corretta affiliazione del corresponding author basandosi sui dati forniti dal corresponding author in fase di sottomissione.

Per informazioni: cup@unipv.it

Vai alla pagina con l’elenco dei contratti con agevolazioni

[1] Visita la pagina con le informazioni sui contratti trasformativi

[2] Le riviste ibride sono quelle per le quali si paga un abbonamento e su cui si può pubblicare in open access (open choice) a fronte del pagamento dell’APC (article processing charge – spesa per la pubblicazione di articoli). I contenuti di tali riviste sono in parte fruibili solo su abbonamento e in parte sono aperti a tutti

[3] Permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, anche a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza e indicato se sono state effettuate delle modifiche

 

data ultimo aggiornamento 3 giugno 2021

 

 

Università di Pavia | Webmail | Rubrica Ateneo |

Calendari Ateneo | Intranet
Amministrazione trasparente | Privacy | Webmaster | Note legali